venerdì 23 aprile 2010

CAMANÉ, carriera artistica e discografia




Camané nasce a Oeiras nel 1967, è fratello di Helder e Pedro Moutinho, entrambi fadisti. Artista che negli anni ha mantenuto un profondo legame con il fado tradizionale di Lisbona e ne è una delle voci attuali più rappresentative.
Il suo primo contatto con il fado avviene casualmente, quando, durante la convalescenza da una forma di malaria infantile, si immerge nella collezione di dischi dei genitori e scopre i grandi nomi del fado: Amália Rodrigues, Fernando Maurício, Lucilia do Carmo, Maria Teresa de Noronha, Alfredo Marceneiro e Carlos do Carmo...
Il passo che separa questo momento alla sua vittoria nella “Grande Noite do Fado” del 1979 è breve. In seguito a questo successo incide alcuni dischi e canta varie volte dal vivo.
Camané canta in varie case di fado, oltre a far parte del cast di numerose produzioni dirette da Filipe La Féira (il più importante direttore di musical portoghese) come "Grande Noite", "Maldita Cocaína" e "Cabaret", in cui si mette in particolare evidenza.
Grazie al disco
“Uma Noite de Fados”, elogiato dalla critica, Camané inizia a essere considerato come la voce più rappresentativa della nuova generazione del fado, ed anche il grande pubblico riconosce la sua qualità. In quel periodo tiene numerosi concerti, esibendosi non solo in Portogallo, ma anche in Francia, Olanda, Italia e Spagna.
L’inizio del 1998 è segnato dall’uscita di un nuovo lavoro,
“Na Linha da Vida”, che si merita una speciale attenzione da parte dei media, confermando così le aspettative nate dopo “Uma Noite de Fados” e consacrando definitivamente Camané come una delle voci più importanti del fado.
Durante il 1998 Camané fa innumerevoli spettacoli in Portogallo, tra cui spiccano i concerti all’Expo 98, partecipa nello spettacolo "De Sol a Lua - Flamenco e Fado" e in alcuni spettacoli e festival musicali in Europa, come il Festival "Tombées de La Nuit" a Rennes e il Festival "Les Méditerranées à l'Européen" a Parigi. In Ottobre, in occasione dell’uscita del disco "Na Linha da Vida" per la EMI olandese e belga, fa una tourneé in alcune località dei paesi bassi.
Verso la fine dello stesso anno, dopo vari concerti per presentare il disco in Spagna, Camané partecipa al concerto commemorativo dei 35 anni di carriera di Carlos do Carmo, uno dei grandi nomi della vecchia guardia del fado, concerto che si tiene nel centro Cultural de Belém. Nel frattempo, il disco “Na Linha da Vida” vene incluso dalla critica specializzata nella lista dei migliori dischi di musica portoghese dell’anno.
Il 1999 è dedicato a moltissimi concerti (Portogallo, Spagna, Macao e Francia) e alla pre – produzione e incisione di un nuovo disco di canzoni originali. Alla fine dello stesso anno l’album “Na Linha da Vida” è pubblicato dalla EMI Corea, contrassegnando così il primo avvicinamento al mercato orientale.
Un nuovo importante passo nella carriera di Camané si profila all’inizio del 2000, con l’uscita contemporanea in Belgio, Olanda e Portogallo della sua terza opera,
“Esta Coisa da Alma”.
L’edizione olandese e belga del lavoro è accompagnata da una tournée in alcune delle sale più importanti dei due paesi, tra cui ricordiamo le due serate, andate in tutto esaurito, al Concertgebouw di Amsterdam e la partecipazione nel festival di Bruges, a cui seguono concerti in Spagna, Svizzera, Germania e Francia. In Portogallo “Esta Coisa da Alma” è presentato in svariate località del paese in cui uno dei punti più alti di intensità e spettacolo viene raggiunto in Ottobre, nel concerto tenutosi al Centro Cultural de Belém.
Ad evidenziare il successo riscosso dal disco e l’apprezzamento del pubblico anche per il lavoro globale fatto intorno all’opera, alla fine dello stesso anno Camané riceve il disco d’argento (10 mila copie vendute).
Nel 2001, tra febbraio e marzo, realizza vari spettacoli in Portogallo ed in Francia (Festival Chorus). Nel novembre esce il suo quarto cd,
“Pelo Dia Dentro” che diventa disco di argento in sole tre settimane dall’uscita.
Nell’aprile del 2002 Camané partecipa ad uno spettacolo, tratto da una opera di Ferdinando Pessoa, creato insieme all’attrice portoghese Manuela de Freitas. Lo spettacolo è presentato nel Palais des Beaux Arts, a Bruxel.
Durante l’arco dell’anno tocca moltissime località con la sua tournée “Pelo Dia Dentro”. La tournée che si prolunga fino ad Ottobre e Novembre del 2002 grazie ad una serie di concerti in Olanda ed in Belgio.
Nei primi mesi del 2003 è pubblicata una raccolta nella collezione “The Art Of” del catalogo Hemisphere, con la particolarità di includere nuove incisioni, fatte nel 2002, delle canzoni di “Uma Noite de Fados”, il primo CD di Camané. Il 2003 è anche un anno dedicato a concerti in Portogallo e all’estero e all’edizione del primo CD dal vivo
“Camané – Como Sempre...Como Dantes”. Il CD viene premiato con il disco d’oro e da origine ad una tournée nazionale che viene effettuata nel 2004.
Grazie all’invito del Teatro São Luiz a fare una serie di spettacoli nel Jardim de Inverno, Camané crea il progetto “Outras Canções”. Nei sei concerti che integrano la serie canta canzoni di grandi nomi della musica portoghese e brasiliana, nomi che costituiscono i suoi artisti di riferimento nei diversi generi musicali.
Alla fine dello stesso anno esce il cd “Humanos”, un progetto di Camané ed altri artisti portoghesi, un omaggio al cantautore António Variações, morto nel 1984. Oltre a questo progetto Camané continua a presentare, grazie a concerti, il disco “Como Sempre...Como Dantes”. I concerti toccano molte località nazionali ed internazionali, come il Canada, il Lussemburgo, Parigi (Festival d’Île de France). Vince il Premio “Amália Rodrigues” nella categoria miglior interprete maschile di fado.
Nel Marzo del 2006 esce il primo
DVD “Ao vivo no S.Luiz”, con la registrazione dei concerti che Camané fa nel Teatro Municipal S. Luiz durante il tour "Como Sempre..."
Tra i concerti effettuati nel 2006 ricordiamo i due concerti tenuti su invito dell’ Instituto Camões alla “Fiera Internazionale del Libro” di Torino e lo spettacolo, accompagnato da un grandissimo successo di pubblico e critica allo Huvila Tent, nell ambito di Helsinki Festival.
In Portogallo ricordiamo il concerto fatto con Carlos do Carmo nell'ambito della chiusura dei festeggiamenti della Città di Lisbona, concerto tenuto accanto alla Torre di Belém e a cui assistono circa 20000 persone.
All’inizio del 2007 Camané concentra le sue energie nella preparazione della serie di concerti "Outras canções II", concerti che vengono effettuati in Marzo e Aprile nella sala principale del Teatro São Luiz . I concerti vedono la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica di Lisbona e Camané interpreta, tra le altre, canzoni di Sinatra, Brel e Jobim.
Dopo un anno ricco di concerti, tanto in Portogallo come all’estero, Camané incide in Aprile quello che è il suo quinto album di inediti.
“Sempre de Mim”, composto da 16 canzoni, entra direttamente al n°1 della classifica nazionale di vendita e diventa disco d’oro.
Dopo la pubblicazione di “Sempre de Mim”, Camané inizia un tour che tocca tutto il paese, passando per le mitiche sale del Coliseu di Lisbona e di Porto. Importante è anche la sua partecipazione alla Womex di Siviglia, il maggior festival di World Music del mondo.
Nel Marzo 2009 Camané riceve la nomination come Miglior Interprete nei Globos de Ouro, e due mesi dopo si presenta con due concerti al Centro Cultural de Belém, concerti che registrano il tutto esaurito. In queste serate chiamate “Carta Branca a Camané”, il fadista ha al suo fianco Mário Laginha e l’orchestra Metropolitana di Lisbona e interpreta i suoi fado, con un nuovo arrangiamento fatto da Mário Laginha, José Mário Branco e anche dal maestro Cesário Costa.
Nel luglio 2009 è pubblicato il
DVD “Camané ao Vivo no Coliseu – Sempre de Mim”, registrato durante il memorabile concerto effettuato a maggio dell’anno precedente nel Coliseu dos Recreios. In questo DVD il fadista oltre a presentare il suo ultimo album canta anche le canzoni emblematiche e di maggior successo della sua carriera.
Adesso, tra gli altri progetti, Camané continua a presentare con concerti e tournée il suo ultimo lavoro non soltanto in Portogallo, ma anche all’estero, come in Argentina, Cile, Perù, Uruguay, Francia, Svizzera, Bulgaria, Polonia e Ungheria.



1 commento:

Giuliano Destiny ha detto...

Ho avuto il piacere di vederlo dal vivo alla fiera del libro di Torino alcuni anni fà, era accompagnato da musicisti giovanissimi, e mi ricordo che prima del concerto avevano presentato un libro sul fado.