domenica 26 ottobre 2008

MARIA TERESA DE NORONHA: l’inconfondibile stile del bel canto

Maria Teresa do Carmo de Noronha Guimarães Serôdio (1918-1993), nacque a Lisbona nel 1918. Sposò il Conte José António Barbosa de Guimarães Serôdio, grande estimatore del Fado e chitarrista dalla sensibilità straordinaria, il quale scrisse le musiche di alcuni suoi celebri fados: Fado da Defesa, Passos na Rua e Saudade das Saudades. La sua voce ben timbrata e la spiccata attitudine a interpretare il Fado, furono sue caratteristiche sin da giovane, quando cantava nelle feste di famiglia e amici. Con il suo ingresso nelle Case di Fado, il suo stile espressivo diventò popolare e cominciò a riscuotere ammirazione e consensi tra i conoscitori del genere.
Nel 1939, registrò il suo primo singolo "O Fado dos Cinco Estilos". Nel 1938, il chitarrista aristocratico, D. João da Câmara, la presentò nel celebre programma radiofonico “Fados e Guitarradas”; la Noronha fu una presenza fissa del programma e veniva accompagnata alla guitarra da Fernando Freitas e alla viola da Abel Negrão.
Fados come il “Fado da Verdade”(che ha la stessa musica del Fado Victória, scritto da Joaquim Campos, da cui deriva la struttura musicale di Povo que lavas no Rio, cantato da Amália), il “Fado Hilário” (celebre Fado di Coimbra) e “Fado Anadia” (nome di un conte per cui questo Fado fu scritto nell’ultimo trentennio dell’800), ebbero un gran consenso di pubblico,così come altri fados del suo repertorio: Fado Baté, Nosso Fado, Os Teus Olhos, Fado Menor e Maior, Minhas Penas, Choro Cantando, Fado Rita, Gosto de TI Quando Mentes, Minha Cruz, Fado Antigo, Mentira, Mouraria Antiga, O Vento, Fado Pinóia, Pintadinho, Pombalinho, Quatro Versos, Fado Alexandrino, Desengano, Sou Feliz, Canção Duma Tricana, Rosa Enjeitada, Minha Dor, Mouraria, Sina, Cantigas de Amor-Saudade, Mataram a Mouraria, De Loucura em Loucura (João Dias/Martino d’Assunção).
Nel 1946 cantò in Brasile e, invitata dal Governo spagnolo a Madrid e Barcellona. Fu ospite al Principato di Monaco e cantò per Grace e Ranieri.
Nel 1964 cantò alla BBC di Londra.
La perfetta dizione e lo stile interpretativo, hanno reso Maria Teresa de Noronha, la creatrice di una vera e propria scuola di tecnica e stile per fadiste e, l’esempio per molte delle attuali cantanti portoghesi.
Uno dei suoi poeti preferiti fu D. António José de Bragança, poeta aristocratico che scrisse tra gli altri: Fado da Verdade, Saudade das Saudades, Folhas Caídas e il Fado das Horas.

Fado das Horas

Chorava por te não ver...
Por te ver eu choro agora,
Mas choro só por querer,
Querer ver-te a toda a hora!

Deixa-te estar a meu lado
E não mais te vás embora
P´ra o meu coração, coitado,
Viver na vida uma hora!

Passa o tempo de corrida;
Quando falas eu te escuto.
Nas horas da nossa vida
Cada hora é um minuto!

Quando estás ao pé de mim
Sinto-me dona do Mundo,
Mas o tempo é tão ruim...
Tem cada hora um segundo!


Per ascoltare altri fados di Maria Teresa de Noronha
http://jsilva.bloguedemusica.com/r306/Maria-Teresa-de-Noronha/1/

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Luisa...

I miei complimenti per questa "mini" biografia su Maria Teresa de Noronha...

Tra l'altro...nel libro di Rui Vieira Nery...a breve...se ne parla.

Gerazie.
Ivano

Nino ha detto...

Mi sono da poco (purtroppo..ma meglio tardi che mai)avvicinato all'ascolto di questa fadista dalla voce limpida e dalla classe immensa. Trovo Il suo " Fado das horas" tra i più belli in assoluto.
Grazie a Luisa per la biografia e per avere messo in evidenza proprio questo fado pubblicandone il testo.
Nino

Anonimo ha detto...

Ho acquistato un LP Decca banda larga portoghese di M.T. de Norohna Fados e debbo dire e' una vera gemma musicale!