venerdì 23 maggio 2008

Beatriz da Conceição, anima fadista


Beatriz da Conceição, conosciuta nelle migliori Case di Fado come Bia, è nata a Porto nel 1939. E' una delle più famose interpreti oggi esistenti.

E’ diventata una fadista grazie a una sua leggendaria sbornia in una Casa di Fado, il Solar di Márcia Condessa. Una sera, infatti, era lì ad ascoltare Fado e dopo qualche bicchiere di troppo cominciò a cantare. Da quella sera Márcia la invitò stabilmente a cantare nella sua Casa e Lisbona, diventò la seconda casa di Beatriz . In breve venne invitata nelle maggiori Case di Fado e partecipò a varie riviste, che negli anni 50 erano forme di intrattenimento molto frequenti a Lisbona. La sua particolarità, a parte l'inconfondibile timbro di voce, è l’attenzione che dedica all’interpretazione dei testi che canta. Ha un’ottima dizione e divide in maniera corretta i versi che canta. Per questa ragione ha sempre voluto avere un repertorio proprio, scegliendo accuratamente i testi e i poeti a seconda dei propri gusti. I suoi poeti di fiducia sono: Vasco de Lima Couto ( A Vida que Eu Sofro em Ti, Pomba Branca, , Noite, Dei-te um nome em minha cama, Eu Preciso de te ver), Domingos Gonçalves Costa, João Dias, Artur Ribeiro e José Carlos Ary dos Santos (Meu Corpo) che, con Fernando Tordo, le ha dedicato l’omonimo Fado da Bia. Continua ad oggi a esibirsi nelle Case di Fado.
I suoi Fado più celebri hanno le musiche di Maximiano de Sousa (Max) e sono Noite, Já me deixou e Pomba branca.

I suoi album più rappresentativi sono: Sou um Fado desta Idade (Emi-Valentim de Carvalho, 1996) e Beatriz da Conceição (Movieplay, 1997).
Un altro album degno di nota è "Tears of Lisbon" (1995), che raccoglie alcuni brani di Beatriz e António Rocha e presenta un excursus musicale del Huelgas Ensamble su poeti portoghesi del XVI sec., tra cui Luís de Camões.

Ovelha Negra è uno dei brani di Fernando Mauricio, che Beatriz ha cantato e che anche Dulce Pontes ha reinterpretato nel suo nuovo album, O coração Tem Três Portas.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao Luisa, come vedi ti leggo sempre, grazie delle notizie che sai darci per avvicinarci di più alla cultura portoghese.
Veramente brava Beatriz!!

Posso dirti però, che preferisco la versione "classicheggiante" di Pompa Branca, cantata da Dulce Pontes e Paulo de Carvalho?!
Anche Ovelha Negra cantata da Dulce... non è male!!!!

Non maledirmmi, forse bestemmio.... ma sono troppo innamorato di Dulce, e nei confronti finisco sempre per preferire lei.
Persino "Lacrima" e "Povo que lavas no rio" preferisco lei ad Amalia Rodrigues.

Credo che per apprezzare maggiormente il fado, devo imparare ancora molto... ma ce la farò.

ciao, Mino

fadosaudade ha detto...

Mino, occhio alla scrittura nei prossimi commenti! Sai io sono precisina...non è pompa branca!!! E' Pomba Branca...:-) Luisa